Ultime notizie
Si vis pacem, para pacem. (Se vuoi la pace, prepara la pace)

Si vis pacem, para pacem. (Se vuoi la pace, prepara la pace)

Mentre sto scrivendo queste righe sta per terminare la seconda edizione della Giornata mondiale della lingua latina. È prossima anche la domenica delle Palme con il suo fortissimo riferimento alla pace.

Ecco che queste due cose mi hanno fatto insorgere un auspicio: quello che si possa arrivare un giorno a modificare il tristemente noto motto latino “Si vis pacem, para bellum” (“Se vuoi la pace, prepara la guerra”) e trasformarlo in quanto scritto sopra.

E preparare la pace significa cambiare il modo si essere e di comportarsi sin dalle piccole cose quotidiane. In questo senso gli insegnamenti e le testimonianze del Mahatma Gandhi e di Martin Luther King -  martiri della non violenza – sono dei fari mai spenti, anche se troppo spesso mal seguiti.

Non voglio pensare che tali propositi siano utopistici. Se si guarda alla storia dell’uomo, ci sono stati dei passi avanti nel processo di civilizzazione. Dall’antica legge del taglione – occhio per occhio, dente per dente – si è arrivati oggi all’abolizione della pena di morte in tanti Stati progrediti.

Certo il processo è stato lunghissimo e, relativamente al discorso degli armamenti, non si vede ancora il raggiungimento della meta consistente nella loro totale abolizione dalla faccia della Terra.

Nel frattempo, oltre al perseguire l’anelito pacifista, riguardo a cosa fare nelle situazioni reali, funge da notevole riferimento la seguente preghiera:

“Signore, dammi il coraggio di cambiare le cose che possono essere cambiate,
dammi la forza di accettare le cose che non possono essere cambiate,
e dammi la luce per distinguere le une dalle altre.”

579 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>