Ultime notizie
Sport e influenza: attenzione all’effetto spogliatoio

Sport e influenza: attenzione all’effetto spogliatoio

Otto regole per difendersi dai virus dopo l’allenamento

Quante volte vi siete sentiti fiacchi e con un principio di mal di gola o tosse subito dopo un allenamento? Alcuni, ormai, considerano il binomio sport e influenza quasi un “classico”, un passaggio obbligato per tutti coloro che frequentano una palestra o svolgono un’attività sportiva.

Tutta colpa dell’effetto spogliatoio: gli ambienti umidi e affollati, insieme ai continui sbalzi di temperatura, fanno del nostro organismo un bersaglio facile per virus influenzali e malanni stagionali.

Ma non deve essere sempre così: ci si può difendere seguendo alcune regole basilari.

1. Avere sempre le mani pulite

Sia prima che dopo l’allenamento, è una buona abitudine lavarsi le mani e cercare di tenerle pulite anche quando si utilizzano degli attrezzi comuni. Possono essere utili dei gel detergenti a base di alcol ed è sempre consigliato avere dei cerotti anche per piccole ferite.

2. Non toccare occhi, naso e bocca durante l’attività sportiva

Sono le principali porte d’accesso di virus e batteri! È bene, dunque, evitare di toccarli se non si hanno le mani perfettamente pulite.

3. Asciugarsi per bene dopo la doccia

Se rimane eccessiva umidità sul corpo o sui capelli, è più facile che possano svilupparsi funghi cutanei, oltre che brutti raffreddori.

4. Evitare il contatto con indumenti altrui e attrezzi comuni

Che siano asciugamani, l’armadietto dello spogliatoio o panche e tappetini. Meglio riporre tutto nel proprio zaino e utilizzare sempre un telo personale e delle scarpe per la doccia.

5. Mai uscire sudati

Secondo Fabrizio Pregliasco, Virologo e Ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano, bisogna fare attenzione a non esporsi a bruschi sbalzi di temperatura con indumenti umidi per almeno una o due ore dopo aver sudato.

6. Coprirsi bene quando si esce

Tenere al caldo le principali vie respiratorie, con sciarpe e cappelli, è un must!

7. Allenarsi raffreddati… ma non troppo

Se si decide comunque di perseguire nell’attività sportiva anche con un po’ di raffreddore o mal di gola, è bene non esagerare, riducendo l’intensità e la durata dell’esercizio.

8. Svuotare subito la borsa

Gli indumenti sporchi e umidi a causa dell’allenamento, possono generare numerosi batteri all’interno del proprio borsone che, se non lavato, può contaminare gli indumenti puliti delle volte successive.

Al di là di questi piccoli ma fondamentali accorgimenti per salvaguardarsi da fastidiosi acciacchi, la regola principale che vi consigliamo di seguire sempre è quella di praticare l’attività fisica in modo costante: numerosi studi dimostrano che chi svolge un’attività sportiva con una certa assiduità, sia bambini che adulti, si ammala di meno.

1409 Visite

2 commenti

  1. eh grazie al C477O!!!
    ci manca solo si stava meglio quando si stava peggio e non esistono più le mezze stagioni.
    un abbraccione a Fabrizio Pregliasco.

    • Salve “Elton John”,
      l’articolo della rubrica ha lo scopo di mettere insieme tutti quei piccoli accorgimenti fondamentali, che spesso possono sfuggire durante il tran-tran della vita quotidiana. Siamo aperti alle critiche costruttive, magari firmate con nome e cognome. In ogni caso, speriamo vorrai continuare a seguirci.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Aiutaci a crescere!
Seguici per essere sempre il primo a sapere le notizie!