Ultime notizie

Archivio per il tag: Eugenio Scalfari

Abbonati ai Feed

“La più bella immagine? Il vecchio Papa in mezzo ai bambini…” (Eugenio Scalfari)

il sassolino del professore arancione

La più bella immagine? Il vecchio Papa in mezzo ai bambini. Questa è un’immagine di vita senza riserve né aggettivazioni. Non c’è bisogno d’esser cattolici e neppur cristiani né volterriani né miscredenti per apprezzarla, i bambini accanto ai vecchi sono la continuazione della specie e la ricchezza del futuro. (Eugenio Scalfari) È di qualche giorno fa la notizia che in Italia, per la prima volta i nuovi nati in un anno sono scesi sotto la soglia delle 400mila unità. Un minimo storico, che purtroppo non vede all’orizzonte immediato alcun rimedio. La nostra società sta invecchiando e la percentuale degli ultra ... Continua a leggere »

Noi ci muoviamo nel tempo e il tempo esiste perché noi ci muoviamo con lui. (Eugenio Scalfari)

il sassolino del professore rosso

Negli ultimi anni della sua vita quasi centenaria, Eugenio Scalfari scrisse sempre meno sull’attualità e si dedicò principalmente a riflettere sulla vita, sulla morte e su tutto ciò che ruota attorno a questi due antipodi temporali che segnano l’arco dell’esistenza. Noi dunque siamo esseri che si muovono nel tempo e quest’ultimo ha senso solo perché noi lo percepiamo. In questo cammino cronologico diventa fondamentale concentrarsi sulle cose essenziali. La vita del grande giornalista appena scomparso ne suggerisce una: l’amicizia. Questo sentimento, quando è vero, può durare per tutta la vita, impreziosendola di momenti da ricordare. Nonostante fosse non credente, Scalfari ... Continua a leggere »

Mastroleo: “Questo lavoro lo considero una sorta di debito con la società e lo sto pagando con grandissimo piacere”

Gianvito Mastroleo,  presidente della Fondazione Di Vagno di Conversano

La fondazione “Di Vagno” vista dall’interno. Un confronto con il presidente Mastroleo nelle stanze del suo “Ministero” Conversano – Al centro di polemiche parlamentari, nel momento del massimo riconoscimento a livello nazionale e istituzionale. E’ il destino della fondazione Giuseppe Di Vagno che si è vista riconoscere un premio di ricerca intitolato al martire antifascista conversanese, ucciso barbaramente dai fascisti il 25 settembre 1921. Le polemiche che sono seguite al riconoscimento per legge della Camera dei Deputati, quelle molto esplicite del M5S e quelle più contenute ma leggermente “razziste” della Lega, non hanno scalfito affatto la voglia di fare e ... Continua a leggere »