Ultime notizie

Archivi dell'autore: Gian Luigi Rotunno

Gestire è meglio che curare: villa Garibaldi, ex Gil, laghi, palazzetti dello sport, museo

Un particolare del Lago di Sassano, una delle doline facenti parte dell'Area Protetta

Di cattedrali nel deserto l’Italia è piena. Strutture realizzate e abbandonate a se stesse per anni. E la Città di Conversano non è da meno. L’ultima opera ristrutturata e riaperta al pubblico è Villa Garibaldi. Bella per molti, non molto per alcuni, significativa e piena di storia per tutti. Ridata alla fruizione pubblica il 10 agosto scorso, meno di un mese fa, la nostra villa pur avendo puntati addosso gli occhi del grande fratello (le telecamere) non è gestita e, all’orizzonte, non se ne vede la proposta. Quanto durerà quel luogo senza un’idea di gestione e di fruizione diversificata degli ... Continua a leggere »

L’amministrazione comunale vuole parlare di territorio ma con gli stessi sacerdoti di sempre

Via Lorusso

“Dal PIRP al PIRU: un decennio di interventi di riqualificazione urbana”. E’ il titolo dell’incontro organizzato dall’amministrazione comunale di Conversano. Sollecitato e incuriosito dalla “pretesa” che traspare dal tema dell’incontro, ho deciso di scrivere brevi considerazioni sui dieci anni passati e sulle politiche urbanistiche di questa amministrazione. Il PIRP è uno strumento urbanistico che l’attuale amministrazione comunale ha ereditato da quella passata. Prima avversandolo e poi sposandolo come nelle migliori tradizioni di chi si oppone fino a quando non gestisce in proprio lo strumento. Il PIRP riguarda la riqualificazione delle periferie ed ha visto, ormai più di 10 anni fa, ... Continua a leggere »

Prepariamoci: Conversano si riempirà di turisti

Il Castello di Conversano

C’è una diffusa sensazione in città: sarà un’estate diversa dalle altre. Una stagione che porterà nella nostra Conversano un numero di turisti oltre ogni più rosea aspettativa. E le ragioni sono molteplici. L’anno passato tutti eravamo concentrati sull’effetto Checco Zalone e il suo film girato nelle nostre strade e, addirittura, nel nostro Municipio. Un effetto che non si è palesato e che ha tradito le attese. Del resto quel film, record di ogni incasso nei cinema italiani, non aveva riservato alla nostra città una grande attenzione. Un film e una produzione che avevano ricevuto molto più di quanto avevano offerto ... Continua a leggere »

In fila per De Chirico, in fila per il Petruzzelli. Sete di cultura e voglia di stare insieme

Castello

Conversano – In fila al Petruzzelli per una lezione di storia; in fila al castello di Conversano per vedere la mostra di De Chirico. Sete di cultura, di sapere, di momenti aggregativi e discussione collettiva. Quando si crea l’offerta, si genera la domanda. E vedere quelle foto così evocative ci fa capire come il terreno della cultura è una nuova frontiera dell’impegno politico, oppure una vecchia idea in disuso e mai superata. La sete di luoghi di discussione, in assenza di quelli dei partiti e dei sindacati e con il più delle volte la cosiddetta “intellighenzia” asservita al potere, trova ... Continua a leggere »

Quando la “testardaggine” di un cittadino sconfigge l’immobilismo dell’amministrazione comunale e l’inciviltà di alcuni

Giuseppe La Selva

C’è voluta l’abnegazione di Giuseppe La Selva per far sgombrare rifiuti e cassonetti da via Savonarola Conversano – E’ stato un week end molto intenso che ha visto la sfida lanciata agli incivili e all’amministrazione comunale da un cittadino, Giuseppe La Selva, al quale si sono aggiunti alcuni abitanti della zona di via Savonarola dove la presenza persistente di alcuni cassonetti ha trasformato la zona in una discarica a cielo aperto. Fenomeno causato sicuramente dall’inciviltà di numerosi cittadini ma soprattutto dall’inefficienza dell’amministrazione comunale che fa pagare ai cittadini una tassa per un servizio che comprende la presenza di ben tre ... Continua a leggere »

La città di Conversano nella “sporchizia” ai tempi di Dechirico

Sacchetti di rifiuti lasciati in Piazza Castello

Le contraddizioni sociali creano conflitti e scontri. Ovunque ma non da noi. Per gli scontri meglio così, ma la mancanza di conflitti sociali è una grave patologia. Se gli scontri li lasciamo a rivalità tra bande che tra un incendio di un’auto e l’altra, preferibilmente di notte, si sbrigano le faccende a modo loro creando il mondo parallelo e timori tra i cittadini, il conflitto sociale è pari a zero. Chi blatera e inveisce su facebook esaurisce la propria rabbia al momento del post ma non è disposto a scendere in piazza o a dedicare una parte del proprio tempo ... Continua a leggere »

La politica è cambiata e a Conversano le elezioni si avvicinano

Beppe Grillo con Chiara Appendino, neo eletta sindaco di Torino

 Conversano – Non basta più assemblare liste civiche accanto ai partiti tradizionali per vincere le elezioni. Non è più sufficiente mettere insieme i collettori di consensi o più volgarmente chiamati portatori di voti, più o meno legittimamente riconosciuti, per avere la meglio in consultazioni comunali. E non esistono più le rendite di posizione e le eredità politiche. La politica sta cambiando e non c’è voto più politico che quello di protesta. I risultati dei ballottaggi del 19 giugno hanno piantato una bandierina molto chiara e che dimostra come a vincere, in questa fase storica italiana, è stato il M5S, che ... Continua a leggere »

Attacchi terroristici: al telefono da Bruxelles Marco Perfetto

attacco-bruxelles-765x510

Testimonianza telefonica di un ragazzo conversanese dalla capitale belga Conversano – Dopo aver appreso la notizia degli attacchi terroristici ancora in corso a Bruxelles, abbiamo sentito al telefono la testimonianza del conversanese che lavora presso il Parlamento Europeo Marco Perfetto, 29 anni. Ci ha descritto in pochi minuti la situazione di terrore che si sta vivendo nella capitale belga in questi momenti. Continua a leggere »

Con Davide perchè gli venga resa giustizia

L'organo della cattedrale di Berlino

Ho aspettato del tempo prima di scrivere le mie riflessioni pubbliche sull’episodio che ha strappato alla sua famiglia e alla comunità il nostro Davide. E più volte ho cominciato a scrivere sentendone il bisogno ma, allo stesso tempo, desistendo per non farmi prendere dall’emozione e dalla retorica che accompagna i momenti carichi di sensazioni forti. Non sono spettatore neutrale in questa vicenda, e chi potrebbe esserlo, e sento dalle viscere un sentimento di morbosa vicinanza ai suoi splendidi genitori, alla dolcissima sorella, ai nonni e alle zie e zii che sono parte di me. E devono essere parte di noi. ... Continua a leggere »

“Il caso Spotlight”. Un film sulla bellezza del giornalismo e sui casi di pedofilia nella Chiesa

spotlight_jpg_1003x0_crop_q85

La pellicola vincitrice dell’Oscar 2016 come miglior film “Il caso Spotlight” di Tom McCarthy, dovrebbe essere vista da tutti. Da coloro che amano il giornalismo e da coloro che vogliono sapere tutto quello che è successo e succede in tante delle parrocchie sparse nel mondo circa gli abusi sessuali sui minori. Questi due temi forti fanno parte di un film che mostra tutta la sua vitalità scandita dal lavoro di un gruppo di giornalisti del Boston Globe che “osarono” indagare su pochi casi di abuso che, man mano che l’inchiesta avanzava, diventavano numerosi fino ad essere tanti, tantissimi. E’ la ... Continua a leggere »

Close
Aiutaci a crescere!
Seguici per essere sempre il primo a sapere le notizie!