Ritrovata a Vienna la tela ‘Caritas romana’ di Artemisia Gentileschi esportata dal castello di Marchione nel 2019

Ritrovata in Austria l’opera a cui è stato il cui valore si aggira sui due milioni di euro. Due gli indagati

Conversano – La notizia è stata battuta dall’Ansa questa mattina. E’ stato recuperato dal nucleo Tutela patrimonio culturale di Bari il dipinto seicentesco di Artemisia Gentileschi (scuola Caravaggio), commissionatogli dal conte Giangirolamo II Acquaviva d’Aragona e che era custodito nel castello di Marchione. L’opera, un olio su tela (cm. 121×147) raffigurante ‘Caritas Romana’ (storia di Cimone e Pero narrata da Valerio Massimo nel Factorum er dictorum memorabilium libri IX), sarebbe stata esportata illecitamente dal territorio nazionale nel 2019 “nel tentativo di commercializzarla all’estero”. Due le persone che risultano indagate per truffa ed esportazione di beni culturali.
Si è arrivata all’individuazione dell’opera d’arte dopo una segnalazione fatta da uno storico dell’arte al nucleo di Napoli. Al termine delle indagini si capirà chi potrà detenere il quadro attualmente sotto sequestro fino all’incidente probatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *