Ultime notizie
Solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente. Ma non c’è più.  (Tiziano Terzani, “Lettere contro la guerra”)

Solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente. Ma non c’è più. (Tiziano Terzani, “Lettere contro la guerra”)

La nostalgia è uno dei sentimenti più struggenti dell’uomo, e tende a diventare sempre più forte con il passare dei suoi anni. Si manifesta nei confronti delle persone, delle cose, dei luoghi, delle canzoni, dei paesaggi che hanno come comun denominatore il tempo, la cui freccia continua imperterrita ad andare avanti, in un continuo mutare.

Talvolta a tale sentimento si associano anche quelli del rimpianto o del rimorso. Per il non detto, per il non fatto, per il non vissuto, oppure per qualcosa di bello e di irripetibile che è andato via per sempre.

La frase di Terzani è semplice e indicativa. Non può non rimandare – in questi tempi di guerra – ai cittadini ucraini che hanno visto persone care morire, che hanno visto le loro case distrutte o che sono state costrette a fuggire dal loro paese. Loro stanno già vivendo, oltre al dolore, dei fortissimi momenti di amara nostalgia.

Ma di certo la nostalgia è regina nel campo dell’amore, il principe dei sentimenti. Ed è per questo – e per stemperare un po’ il clima – che preferisco chiudere con le parole finali della canzone “Agnese” di Ivan Graziani, che sono un inno nostalgico per un amore perduto:

“Io vado in bicicletta
per sentirmi vivo
alle cinque di mattina
con la nebbia nei polmoni
però non c’è più Agnese
seduta sul manubrio
a cantar canzoni
a cantar canzoni…”

517 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>