Ultime notizie

Archivio per il tag: guerra

Abbonati ai Feed

Immagina non ci siano paesi non è difficile da fare. Niente per cui uccidere o morire. […]. John Lennon

il sassolino del professore fusia

“Immagina non ci siano paesi  non è difficile da fare. Niente per cui uccidere o morire. […] Puoi dire che sono un sognatore ma non sono il solo”. (John Lennon) John Lennon era un pacifista e un sognatore. La sua canzone “Imagine”, da cui ho tratto alcune parole, è il manifesto più alto ed emblematico del suo sogno di pace. Il secolo scorso ha visto nascere grandi personalità che hanno incarnato il grande sogno della non violenza e della pace. Una di esse è stato il Mahatma Gandhi, che riuscì nel miracolo di coinvolgere un popolo intero nel suo movimento per la pace e per l’indipendenza ... Continua a leggere »

Sabato 5 novembre alle 10.30 manifestazione per la pace con partenza dal monumento ai caduti

La pagina del quotidiano l'Unità (non più in edicola) del 16 febbraio 2003, dopo una manifestazione per la pace in tutte le piazze del mondo

La città chiamata a manifestare sotto l’unica bandiera della pace Conversano - Un comitato spontaneo, sotto l’impulso di Legambiente e dell’associazione Gaia, con un gruppo di liberi cittadini ha promosso una manifestazione per sabato 5 novembre a partire dalle 10.30 con partenza dal monumento ai caduti, scelta non casuale, che vedrà la partecipazione di tutta la cittadinanza, schierata e non, sotto un unica bandiera: quella della Pace! Inizia oggi un capitolo che ci vede tutti impegnati in una riflessione: cosa fare per contrastare uno dei capitoli più neri della natura umana: ”La guerra”. Le soluzioni e le idee sono contrastanti, ma la ... Continua a leggere »

Dai bambini di scuola elementare del II circolo didattico “Paolo Borsellino” un NO alla guerra

Dai bambini di scuola elementare del II circolo un NO alla guerra in Ucraina

I bambini del II circolo manifestano contro la guerra Conversano – I bambini del II circolo didattico hanno fatto sentire la propria voce contro la guerra. E l’hanno manifestata attraverso disegni che hanno affisso sui cancelli del plesso esprimendo per primi, nella nostra comunità, tutta la contrarietà per una guerra tanto inspiegabile quanto sconvolgente. Continua a leggere »