Ultime notizie
Combattere contro il cattivo uso del linguaggio significa opporsi al declino della civiltà (George Orwell)

Combattere contro il cattivo uso del linguaggio significa opporsi al declino della civiltà (George Orwell)

La frase in questione è molto impegnativa perché si presta a tante interpretazioni. Mi permetto di darne una personale.

Oggi uno degli utilizzi più cattivi e maldestri del nostro linguaggio – mi riferisco a noi italiani – è infarcirlo fino all’inverosimile di termini stranieri, principalmente anglofoni.

È una tendenza che va avanti da qualche anno ma che ultimamente ha raggiunto, a mio avviso, dei livelli davvero preoccupanti.

Racconto un episodio personale. Durante la prima drammatica fase della pandemia da Covid-19 ero in coda in un “hub” (ecco che senza neanche farlo apposta è venuto fuori uno dei termini anglofoni) vaccinale, in attesa del mio turno. All’epoca la prima vaccinazione fu fatta a fasce di età, a partire dagli ultra ottantenni e poi a scalare. Ad un tratto si presentò un giovane che si mise in coda. Uno dei presenti si permise di chiedergli come mai fosse lì, data la verde età. Lui rispose: “Sono un caregiver”. Il suo interlocutore non capì, e il giovane fu costretto a spiegare che era un assistente di un anziano, e che pertanto aveva diritto di precedenza.

Qualche giorno fa mi è capitato di leggere un modulo per l’assistenza domiciliare sanitaria. Nel modulo era presente il termine “caregiver”. Sta entrando stabilmente nella prassi quotidiana.

Possibile che nella nostra lingua, quella di Dante e di Manzoni, non sia possibile trovare un termine al posto di quello orribile che non ho voglia più di pronunciare?

Bisognerebbe cominciare a parlarne, di questa invasione. E ad opporsi, laddove possibile, senza con questo giungere a livelli censori e assoluti, perché certi termini sono ormai definitivamente entrati nell’uso quotidiano.

Ne va del nostro patrimonio linguistico strettamente legato alla nostra civiltà, che rischia un lento e strisciante declino. Ok?

753 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>