Ultime notizie
La vita degli anziani in RSA: Il mondo visto da un finestrino in cerca di abbracci “spezzati”
l'ing. Alessandro De Robertis, project manager della Villa Nazareth (RSA) di Ostuni

La vita degli anziani in RSA: Il mondo visto da un finestrino in cerca di abbracci “spezzati”

Tante volte, in treno, in aereo si cerca l’agognato posto finestrino per guardare il mondo, per guardare oltre. Oggi, in questo infelice 2020, migliaia di persone hanno solo quello, un posto finestrino. Sono i silenziosi ospiti delle strutture socio-sanitarie residenziali, sono i nostri cari anziani ed i nostri fratelli fragili. Sono le persone a cui quotidianamente migliaia di professionisti socio-sanitari portano assistenza e supporto con sforzi a volte incredibili. Sono i destinatari del lavoro di chi continuamente cerca di costruire benessere in tanti percorsi di vita che, grazie proprio alle strutture sociali, riescono ad essere dignitosi e molte volte pieni di speranza.

Ai nostri cari oggi la vita, in quest’anno unico e speriamo irripetibile, sta chiedendo uno sforzo, lo sforzo di  vivere senza gli abbracci di figli, fratelli e famigliari che molte volte colorano le strutture socio-sanitarie portando le gioie di legami forti e solidi.

Oggi ci si deve confrontare con una videochiamata, con un sorriso lontano che, privato del contatto fisico, a volte male arriva alle stanche orecchie di un anziano e poco tocca le corde del cuore. Alcuni, forse i più fortunati, incontrano i propri cari attraverso lo spesso vetro di una finestra che diventa triste, ma necessaria, barriera.

Si guarda il mondo attraverso la finestra, contendendo il posto finestrino ai compagni di vita.

Gli abbracci rimandati da questo virus dovranno essere più forti, più caldi.

Gli abbracci spezzati da questo virus quando è entrato nelle strutture socio-sanitarie non torneranno mai e lì lo sforzo di chi rimane dovrà essere più forte perché come sussurrava Gabriel Garcia Marquez “Non piangere perché qualcosa finisce. Sorridi perché è accaduta.”

*L’autore dell’articolo, l’ing. Alessandro De Robertis, è project manager di Villa Nazareth (RSA – residenza sanitaria assistita) di Ostuni 

1466 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Aiutaci a crescere!
Seguici per essere sempre il primo a sapere le notizie!