Ultime notizie
Covid-19, i gravi ritardi di sanità e trasporti non chiamiamoli “effetto sorpresa”
Chiara Candela in immagini di repertorio

Covid-19, i gravi ritardi di sanità e trasporti non chiamiamoli “effetto sorpresa”

Il parere di un genitore di una alunna

Conversano – Non lavoro nel mondo della scuola, lo vivo da genitore. Lavoro in un settore che sta garantendo la continuità operativa con gruppi alternati di presenze e smart working che consente il 100% della copertura. Ma per la scuola è diverso: a scuola i nostri figli imparano e crescono, incontrandosi. Le scuole (mentre molti italiani erano impegnati a favorire il contagio non potendo evitare di andare in vacanza fuori regione o all’estero, e non sapendo divertirsi se non in discoteche super affollate), hanno cominciato a giugno a comunicare i dati degli iscritti affinché la Regione (che programma e pianifica il Trasporto Pubblico Locale su gomma, e gestisce direttamente il trasporto ferroviario e l’eventuale servizio sostitutivo su gomma, come FSE in questi mesi) e la Città Metropolitana (ex provincia, che in questi giorni non viene mai citata, ma che gestisce il TPL con i fondi statali trasferiti dalla Regione) potessero organizzare al meglio per l’inizio dell’anno scolastico. Adesso i numeri dell’emergenza raccontano già altro, ma l’ordinanza regionale che giovedì scorso ha sospeso l’attività didattica dei triennio delle superiori ha il sapore della resa e non ha nulla di pedagogico (come sostiene Lopalco) se, come per le attività economiche, vorremo garantire la continuità scolastica, le comunità scolastiche faranno ancora la loro parte (ingressi scaglionati e Dad alternata, come i dirigenti scolastici stanno già dichiarando di voler e poter organizzare) ma, per favore, i gravi ritardi di sanità e trasporti non chiamiamoli “effetto sorpresa”, hanno delle responsabilità precise.

331 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Aiutaci a crescere!
Seguici per essere sempre il primo a sapere le notizie!