Ultime notizie
Presentata in anfiteatro la coalizione di Pasquale Loiacono. Pubblico molto numeroso e attento al distanziamento

Presentata in anfiteatro la coalizione di Pasquale Loiacono. Pubblico molto numeroso e attento al distanziamento

Sono intervenuti il candidato sindaco Pasquale Loiacono ed esponenti delle sei liste che lo sostengono

Conversano – IL COMUNICATO STAMPA
Presentata ieri in anfiteatro Belvedere, nel pieno rispetto delle misure anti COVID, la coalizione composta dalle sei liste Città Nostra, Conversano Bene Comune, Conversano Futura, Progetto Politico Conversano, PSI e Punto a supporto di Pasquale Loiacono Sindaco.
In occasione di questo incontro tutti i rappresentati delle liste intervenuti sono stati mossi da uno spirito comune: fare chiarezza sulle molte questioni che troppo spesso sono state strumentalizzate o distorte.
Fare chiarezza a partire dalla caduta di Loiacono – inizia così, infatti, l’intervento di Niki Amodio di Progetto Politico Conversanosbaglia chi pensa che ha lasciato lui la carica di Sindaco, sono stati i nove consiglieri dell’ex opposizione che si sono accordati per andare a firmare nello studio di un notaio le dimissioni, incapaci, peraltro, di compiere tale gesto nel luogo ufficialmente deputato per questo ovvero il Consiglio Comunale. Nove consiglieri che in seno a quest’azione non avevano neppure un progetto comune alle spalle tant’ è vero che oggi si sono disgregati in varie coalizioni . La caduta di Loiacono – continua Amodio – ha comportato per Conversano la mancata opportunità di proseguire quella continuità di progettazione e di ricerca di finanziamenti che stavano iniziando a concretizzarsi. Quello che sta facendo oggi l’ex opposizione è terrorismo psicologico, probabilmente anche per mancanza di temi: un esempio su tutti la questione della ferrovia sulla quale una cosa è certa: Loiacono è stato capace di ottenere il finanziamento di 12 milioni di euro per la soppressione dei passaggi a livello un progetto che si deve ancora articolare e per il quale si avrà tempo di intervenire con le richieste specifiche”.

Antonietta Ranieri sempre di Progetto Politico Conversano ha parlato di onestà intellettuale e trasparenza dell’amministrazione Loiacono: “un sindaco che piuttosto che accettare accordi di poltrone ha preferito camminare a testa alta rischiando la caduta, come poi è avvenuto. Oggi siamo costituiti da una coalizione omogenea dove non regna il disordine politico e dove tutto è costruttivo, partecipato e sano. Serve dignità politica che, in passato, per un’alta percentuale si è persa dietro accordi do ut des, la dignità politica è quella che guida la coalizione di Loiacono ed è rappresentata da una squadra che ha come intento una politica nobile, intellettualmente e onestà”.

La coesione e l’unione della coalizione che sostiene Pasquale Loiacono trasuda anche dalle parole di Francesco Magistà del PSIPer il partito socialista da diversi anni ormai conta il lavoro di squadra e il gruppo. In quest’ottica riteniamo che continuare a sostenere Pasquale Loiacono come sindaco sia un ottimo segnale nella direzione del gruppo. Da partito locale stiamo esaltando sempre il collettivo con tutti i suoi componenti perché crediamo che la battaglia per la buona politica si vince solo se si lavora e ci si propone come gruppo e non come singoli. Non manca però per l’avvocato Magistà una doverosa nota su quanto fatto dall’amministrazione Loiacono per il settore del welfare “In questi due anni – aggiunge – è stata data grande attenzione al welfare è alla fascia dei più deboli. La città si è dotata di nuovi bus per il trasposto scolastico, è stato concluso l’iter di assegnazione degli alloggi popolari e non da ultimo il definitivo sblocco dalla situazione di stallo in cui verteva l’ex Gil con il relativo affidamento al gestore.”

Il senso di appartenenza ad una forte coalizione è stato ripreso anche nelle parole di Angelo Fanizzi candidato per la lista Città NostraFiniamo quello che abbiamo iniziato: parole che esprimono il senso di un progetto politico, iniziato, interrotto e da riprendere con chiarezza e trasparenza di idee, di valori e di programmi che animano la lista Città Nostra e l’intera squadra a sostegno di Pasquale Loiacono sindaco”, di Vincenzo D’Alessandro. “è necessario proseguire questo percorso politico al fianco di Pasquale Loiacono bruscamente interrotto con la coesione che contraddistingue questa coalizione” e di Gianvito Vitto entrambi della lista Conversano FuturaUn sentito grazie ai ragazzi impegnati nella lista di Conversano Futura, un movimento politico di centro sinistra nato nel 2018, cresciuto nella esperienza amministrativa appena conclusa e rinnovato in questa campagna elettorale all’interno dell’unica vera coalizione di centro sinistra”.

La lista Città Nostra ha affrontato poi attraverso le parole di altri due esponenti in lista diverse tematiche a partire dalle disuguaglianze, come quella di genere in cui è intervenuto Barbara Accardo anche esponente del movimento Quark: “Finché non capiremo che le lotte degli altri sono anche le nostre lotte, non progrediremo come società. Pensare che lotte come quella della comunità LGBTQIA+ debbano portarle avanti solo chi fa parte di quella comunità è solo un modo per autoassolverci e distogliere lo sguardo da qualcosa di cruciale, come la lotta per i diritti di tutte e tutti. Noi lottiamo per l’uguaglianza e l’emancipazione di tutte le persone escluse dalla vita politica e sociale, per motivi di censo o perché appartenenti a classi colpite da stigma sociale.” Per finire all’ambiente nell’intervento di Stefano Roscino, Città Nostra anticipando già qualche progetto come ad esempio “l’installazione di Isole Ecologiche Informatizzate che, mediante riconoscimento con le tessere sanitarie (già in possesso di ciascun cittadino) consentano di integrare la raccolta differenziata porta a porta con l’introduzione di una apposita premialità in grado di assegnare, in funzione di quanto differenziato, uno sconto della tariffa TARI da corrispondere da parte di ciascun nucleo familiare. O ancora – continua Roscino – la realizzazione del Centro Comunale di Raccolta <<informatizzato>> anch’esso legato ad un sistema di premialità tale da consentire alla nostra città di chiudere il ciclo della raccolta rifiuti urbani consentendo ai cittadini di conferire correttamente i rifiuti ingombranti, i RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), gli sfalci di potature e i materiali inerti provenienti da piccole manutenzioni domestiche”.

Ketty Lepore della lista Punto: “abbiamo operato in questi 22 mesi con coscienza, responsabilità ed onestà senza timore di essere smentiti dagli atti amministrativi deliberati. Chiediamo oggi nuovamente fiducia alla nostra comunità per continuare un lavoro iniziato e brutalmente interrotto dalle irresponsabilità dagli ex consiglieri che hanno consegnato la città ad un commissario prefettizio in un momento storico drammatico e delicato dell’emergenza Covid. Il nostro obiettivo ha posto, e continuerà a porre, al centro del programma i temi del ricambio generazionale, della classe dirigente comunale e amministrativa locale, dell’ascolto, della partecipazione dei cittadini alle scelte, della visione di una città più moderna, più inclusiva e sostenibile supportata da competenze tecniche, amministrative e politiche necessarie per poterla realizzare”.

Per la lista Conversano Bene Comune sono intervenuti Chiara Candela: “Crediamo di mettere a disposizione del candidato sindaco energie, competenze, valori ed entusiasmo essenziali per governare nell’interesse dell’intera comunità e mai solo di pochi. Le recenti vicende ci hanno ricordato ancora una volta, e con dolorosa chiarezza, che le persone serie e coerenti lavorano e ricercano sempre le soluzioni per il bene comune, combattendo con tenacia gli affaristi della politica, coloro che pensano di poter ottenere il proprio tornaconto attribuendo un prezzo a cose e persone.”

Gianluigi RotunnoOpportunità per il territorio arrivano anche da una pianificazione urbanistica moderna, attenta ai cambiamenti, che pensa ad ogni periferia come ad uno dei centri della città, che parte da quanto già si sta facendo con l’ampliamento del PIP annonario, dalla Zes, dalle politiche per il lavoro, dalla valorizzazione del patrimonio storico e naturale, cioè dei beni comuni”. “Solo così – conclude per Conversano Bene Comune Gianfranco Bonasoraa Conversano nessuno resterà indietro, a cominciare dai più giovani, dalle loro conoscenze, energie ed entusiasmo, che servono ad una città come l’aria che respiriamo”.

A conclusione dell’incontro le parole di Pasquale Loiacono che tira le somme di questa serata: “E’ bello ritrovarsi con la propria coalizione, quella che senti come una casa, una grande famiglia in cui muoverti agevolmente. E questo è accaduto in maniera naturale senza alchimie o forzature; ci siamo riusciti attraverso una scelta chiara, semplice, lineare, trasparente, esser noi stessi senza dover chieder nulla se non l’impegno di gente semplice e per bene che ringrazio. Posso dire che siamo una coalizione coerente, unita, seria e preparata: con noi si amministra il giorno dopo per riprendere e finire quello che avevamo iniziato. E’ vero, due anni fa c’è stato qualche errore nella scelta dei compagni di viaggio, ma vi assicuro che questo è accaduto in perfetta buona fede. Non pensavamo che da parte di alcuni si potesse decretare la fine di un’amministrazione dopo pochi mesi. Chi conosce il mio carattere sa bene della mia disponibilità ed attenzione, tendo a non escludere, in maniera analoga, però, se c’è scorrettezza o slealtà cessa ogni rapporto; ho dovuto allontanare chi si è rivelato tale, chi ostacolava e si interponeva quotidianamente e pretestuosamente nel pesante lavoro amministrativo. Malgrado ciò il lavoro c’è stato ed è stato incessante, occorreva adoperarsi per la nostra Città Siamo stati coloro che come Giunta, nel solo 2019, abbiamo prodotto ben 326 delibere a fronte di una media annua di 200 circa degli anni precedenti. Sì, parliamo del 2019 perché è stato l’anno reale, effettivo, di amministrazione, quello del Maggioconversanese, quello di Costa dei Trulli, di Apulia Film Commission, e tanto altro. Volevamo e vogliamo dare opportunità attraverso un sistema di amministrare diverso, fatto sulla trasparenza, sulla legalità, sul valore delle persone. Sono anche gli obiettivi del primo mandato, ovviamente ripresi e migliorati, ricalibrati anche in funzione dei prossimi impegni post covid. È stato accennato a tanto, sono temi che abbiamo affrontato e sui quali continueremo a lavorare. Lo abbiamo detto due anni fa e continueremo a dirlo: Conversano è una città che non può attendere, deve andare avanti ed in maniera veloce perchè si è fermata per troppo tempo ed occorre bruciare le tappe. Noi non vogliamo la gestione del potere, noi vogliamo amministrare nell’interesse della collettività senza particolarismi.”

1409 Visite
pubblicit-assicurazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>