Ultime notizie
Partiti 3000 tirocini con il reddito di dignità

Partiti 3000 tirocini con il reddito di dignità

Il ReD è finalmente partito con i primi 3000 tirocini, che permetteranno alle persone scelte, di percepire un reddito di dignità di 600 euro mensili. Una cifra che non permette il lusso di valutare se far fruttare i risparmi su un conto Widiba o simile (approfondimenti su http://www.cartedipagamento.com/conto-widiba.htm), ma che offre un contributo significativo per chi vive in una condizione di disagio economico.
Dopo il successo raggiunto anche con la versione ReD “mobile” con il camper che ha viaggiato in lungo e largo sul territorio pugliese, l’elevato numero di richieste era più che atteso. Poco meno di 30 mila domande, che spingono l’amministrazione regionale a voler alzare il tiro, puntando alla possibilità di soddisfare almeno 25 mila domande entro la fine del prossimo anno. Al momento si cercano partner, (aziende, società, ecc) che si candidino per permettere l’assegnazione dei tirocini.
Intanto è stata implementata anche la funzione dell’applicativo che permette di effettuare le richieste di partecipazione e assegnazione del Reddito di Dignità, con l’aggiunta della funzione “Modifica Recapito”. Per il resto non sono state apportate significative modifiche, né per la presentazione delle domande e né per i requisiti che bisogna possedere per la presentazione. Ricordiamo i punti principali.
Coloro che hanno da soli o in funzione del nucleo familiare un isee di 3000 euro annui, e sono disposti a firmare il patto di inclusione sociale attiva, potranno fare domanda di partecipazione al ReD. La domanda va presentata in modo telematico. Si deve scaricare l’apposita scheda presente sul sito appositamente creato e dedicato, compilarla e poi va inviata sempre in modo dematerializzato. E’ possibile quindi procedere da soli, con i propri mezzi, oppure avvalendosi del servizio di un Caf o di un patronato abilitato.
Si ricorda inoltre che formalmente ed operativamente, la presentazione delle domande ha avuto inizio a partire dal 26 luglio scorso, ma che non è previsto un termine massimo per la presentazione delle domande. Inoltre potrà presentarla anche chi dovesse assumere i requisiti necessari in un secondo momento.

678 Visite

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Close
Aiutaci a crescere!
Seguici per essere sempre il primo a sapere le notizie!